mercoledì 30 marzo 2011

Il Dizionario del Jeans: ovvero cosa c'è da sapere sul nostro adorato capo di vestiario 3

La Composizione e i Lavaggi


Un tempo i jeans erano quasi sempre realizzati al 100% in cotone, oggi è più frequente trovare composizioni che presentano un 2 o 3% di elastane. Ciò comporta una comodità maggiore, soprattutto nei modelli stretti, tale da denominare questi materiali con il termine inglese: COMFORT.
Lo STRETCH ( elasticizzato puro con 20 o 30% di elastane ) utilizzato esclusivamente per la donna, è oggi raramente proposto.


I Vari Tipi Di Lavaggio:

• ONE WASH 1° lavaggio - il denim viene bagnato in acqua una volta sola, è ancora una stoffa che passa attraverso vasche d’acqua, ancora prima di essere passato al taglio per il confezionamento del pantalone. Il Denim si ridimensiona perdendo lunghezza e larghezza, in tal modo non si modificherà più la taglia del jeans una volta lavato in lavatrice.
Aspetto del prodotto: blu scuro uniforme.

• STONE WASH lavaggio con pietra pomice - il jeans viene lavato con macchine industriali in grossi quantitativi all’interno delle quali viene posta della pietra pomice in sassi. Il movimento rotatorio della macchina crea uno sfregamento fra pietre e tessuto tale da scolorirlo e da fargli attribuire il tipico colore del jeans slavato.
In base alla durata del trattamento il colore può variare dai toni scuri a quelli più chiari. Con i tipici contrasti del jeans usato.

• SAND BLASTING sabbiatura - i jeans vengono spruzzati con forti getti di sabbia, l’attrito che ne consegue scolorisce il denim creando contrasti mirati in funzione di dove si concentra il getto e dell’intensità del trattamento.
Sono jeans morbidissimi con un vero effetto used.

• BLEACHED candeggiato - il jeans viene lavato in macchine con additivi a base di ipoclorito o decoloranti , acquisisce un colore più azzurrato tendente al bianco quanto più viene prolungato il trattamento. Si riconosce dall’ inconfondibile odore di candeggina che spesso permane sul tessuto. Questo tipo di trattamento può essere applicato anche per mezzo di spennellate date manualmente su ogni jeans.

• DIRTY DENIM tessuto sporcato - i jeans dopo aver subito vari trattamenti di base come quelli sopra elencati, vengono posti ad una sovra tintura leggera che attribuisce loro un aspetto sporcato. Tipici e rinomati sono stati i lavaggi al tè o alla camomilla di fine anni novanta anche se oggi esistono differenti colorazioni che possono essere attribuite con questo tipo di trattamento.

• BURNED EFFECT bruciature - usando la fiamma ossidrica si bruciano punti ben precisi della superficie del jeans per conferire un look usato e tecnologico al tempo stesso.

• DENIM RESINATO O SPALMATO detto anche gommato - il tessuto viene trattato con resine speciali che rendono il denim quasi impermeabilizzato, si ha la sensazione al tatto di toccare una tela somigliante quasi al nylon. Hanno, alle volte, una discreta rigidità che si perde successivamente con i primi lavaggi in lavatrice.

• MOUSTACHE baffatura - viene eseguita con un primo processo di sfregamento con carta abrasiva in zone ben precise come il sotto tasche anteriori e dietro le ginocchia poiché sono i due punti in cui le articolazioni piegano la tela e in cui si creano scoloriture tipiche del jeans usato. Successivamente si utilizzano spazzole abrasive in ferro che riducono la differenza tra il baffo e il tessuto nuovo in modo da attribuire l’ aspetto del jeans usato il più naturale possibile; infine, ancora la carta abrasiva conclude il trattamento definendo le linee di demarcazione delle baffature. A volte si usa anche il laser per ottenere l’ effetto moustache. Il laser può attribuire con precisione anche molti altri degli aspetti tipici dell’ usato, scoloriture e contrasti vari su cosce o posteriore ma eleva il costo di lavorazione e solo i produttori più avanzati dispongono di tali macchinari.

13 commenti:

  1. Amo i jeans particamente li indosserei ogni giorno e per quasi ogno occasione !!
    Sai che non sapevo di tutti questi tipi di lavaggi ... grazie di questo post molto utile !! baci

    RispondiElimina
  2. cOMPLIMENTI BEL POST!è vero che noi donne non sappiamo rinunciare a un bel paio di jeans. Per me è il mio capo preferito ne comprerei uno al giorno :)

    RispondiElimina
  3. Post interessante!!!
    Ultimamente porto poco i jeans, a causa del lavoro, ma li adoroooooo...come potremmo vivere senza???

    http://glitter-i-t-a.blogspot.com/

    RispondiElimina
  4. Ciao Scarlett! ma quante cose sui jeans! io sono decisamente da one wash e stone :-)

    Scarlett ma che servizio fantastico! ti do subito la mia mail ,sono curiosa di aggiungere tappe all'itinerario :-) già la vecchia farmacia deve essere fantastica!

    Sei davvero gentilissima a condividerle con me!

    annapitto90@gmail.com

    Grazie mille!!!

    RispondiElimina
  5. grazie per il tuo commento sul mio blog, ti seguo volentieri: il tuo blog è ricco e interessante!
    ti aspetto sul mio: seguimi mi raccomando!
    ciao ciao,v

    http://v4visionarity.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Beautiful blog! nice pictures I love it ;)
    I will follow back :)

    http://stylestrendshoes.blogspot.com/

    RispondiElimina
  7. Ho letto con molto piacere il tuo post :)

    RispondiElimina
  8. Bel post, i jeans poi sono un capo cos' versatile...
    baci

    RispondiElimina
  9. AH...dimenticavo...lo smalto del mio post lo trovi da KIKO! ♥ io l'adoro!!!!!! kissss
    LiDì

    http://fashiondeliz.blogspot.com

    RispondiElimina
  10. Questa poi !!! complimenti, post enciclopedico, però mamma mia come sono vecchio, io pensavo che si lavassero e basta.

    RispondiElimina
  11. ma che bel post!!
    molto interessante davvero!!
    brava!!
    xoxo

    www.syriouslyinfashion.com

    RispondiElimina
  12. wooow, finalmente riesco a capirci qualcosa :-) Grazie mille, ottimo post!!!

    RispondiElimina
  13. Follow you! follow me back!!!

    Come mi hai commentato ti seguo. seguimi anche tu ;)

    ciao ciao
    BExCLUSIVE MAGAZINE

    RispondiElimina

Post your fashion comments